5permille

Il diabete può essere un segnale precoce di cancro al pancreas

Accade al 52% di persone che hanno sviluppato questo tumore

Il diabete di tipo 2 può, in alcuni casi, essere una prima manifestazione di cancro del pancreas. A mettere in guardia è uno studio pubblicato sul Journal of National Cancer Institute. I ricercatori della Keck School of Medicine della University of Southern California (USC) hanno studiato i dati di circa 49.000 afroamericani e latini, due gruppi etnici con un alto tasso di diabete. Un totale di 15.833 (32,3%) partecipanti ha sviluppato il diabete tra il 1993 e il 2013 e un totale di 408 casi di cancro al pancreas sono stati identificati durante il follow-up. Il 52% delle persone a cui era stato diagnosticato cancro al pancreas aveva sviluppato diabete nei 3 anni precedenti. La relazione tra diabete e cancro è ben nota, spiega Giorgio Sesti, past president della Società Italiana di Diabetologia (Sid). “A spiegarla potrebbe essere sia l'eccesso di zuccheri nel sangue, sia l'effetto dell'insulina sui recettori dei fattori di crescita, poiché entrambi sollecitano la proliferazione delle cellule cancerose”. Ma il nuovo studio va oltre. Suggerisce infatti che chi ha cancro al pancreas ha un elevato rischio di avere diabete e, allo stesso tempo, che dietro al diabete si può nascondere il cancro al pancreas.

“Questo avviene - prosegue Sesti - anche perché il pancreas è l'organo che contiene le cellule che producono insulina e pertanto se vi è un danno neoplastico del tessuto pancreatico è altamente probabile che coinvolga anche le cellule produttrici di insulina”. Per questo, conclude Sesti, “è importante non sottovalutare il diabete e soprattutto diagnosticarlo e curarlo precocemente”.

Tratto da: ANSA, 22 giugno 2018