5permille

Seguire i fattori di salute cardiovascolare riduce il rischio di diabete

Secondo i risultati di uno studio pubblicato su Diabetologia, tra gli adulti sani con normale tolleranza al glucosio, l'aderenza a quattro o più dei sette fattori di salute cardiovascolare proposti dall'American Heart Association si associa a un rischio inferiore dell'80% di sviluppare diabete a 10 anni. I ricercatori hanno anche scoperto che gli adulti con livelli alterati di glucosio a digiuno pur aderendo agli stessi fattori di salute non hanno avuto alcun beneficio nella riduzione del rischio di diabete. «I sette fattori di salute comprendono seguire una dieta sana, smettere di fumare, aumentare l'attività fisica e mantenere un indice di massa corporea (IMC) inferiore a 25 kg/m², oltre a conservare livelli sani di colesterolo totale, pressione arteriosa e glicemia a digiuno» spiega Joshua Joseph, dello Ohio State University Wexner Medical Center, autore principale dello studio.

I ricercatori hanno analizzato il tasso di diabete incidente in 7.758 partecipanti senza diabete al basale con età media 63 anni, per il 56% composto da donne e per il 27% da neri. Per questo hanno seguito la coorte per una media di 9,5 anni e hanno valutato livelli basali di colesterolo totale, pressione sanguigna, dieta, stato del fumo, livello di attività fisica e IMC in modo da suddividere in categorie i partecipanti in base al numero di parametri cardiovascolari ideali (scarso 0-1, intermedio 2-3 e ideale 4 o più). All'interno della coorte, 1.754 partecipanti hanno mostrato alterazioni del glucosio a digiuno. Durante il follow-up, 891 partecipanti hanno sviluppato diabete di tipo 2, con un tasso di incidenza pari a 11,5 per 1.000 anni-persona. I ricercatori hanno scoperto che, rispetto ai partecipanti che avevano parametri di salute cardiovascolare scarsi, il rapporto di rischio per lo sviluppo del diabete era pari a 0,7 per coloro che avevano un numero di parametri di salute intermedi e a 0,29 per coloro che avevano raggiunto un numero ideale di parametri. Sono state osservate differenze significative tra i gruppi quando la coorte è stata stratificata per razza: rispetto ai partecipanti neri con uguale numero di parametri, la probabilità di sviluppare il diabete è infatti risultata inferiore per i partecipanti bianchi che hanno raggiunto almeno quattro parametri di salute.

Diabetologia. 2019. doi: 10.1007/s00125-018-4792-y

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/30643923

Tratto da: Diabetologia33, 31 gennaio 2019