5permille

Coś il glutine diventa "amico" dei celiaci

Viene dall'Università di Foggia l'ultima scoperta che potrebbe migliorare la vita dei celiaci. I ricercatori hanno trovato un modo per rendere il glutine più "amichevole", cioè per modificare le proteine del glutine nel frumento in modo da non provocare reazioni di intolleranza in chi soffre di celiachia. Il brevetto, definito "gluten friendly", non è stato venduto in quanto è precisa volontà dell'Università che non sia esclusiva di qualcuno, e si basa su trattamento termico che, applicato alla granella di frumento prima della formazione del glutine, può rendere il glutine atossico per le cellule del celiaco. Le sperimentazioni scientifiche hanno dato buoni risultati e l'obiettivo è quello di intraprendere una produzione industriale che possa poi portare ad avere farine con glutine atossico.
La scoperta è stata presentata lo scorso 30 novembre al Gluten Free Day, una giornata dedicata al mondo del senza glutine ideata e prodotta da Lanificio Factory in collaborazione con Aic Lazio (Associazione italiana celiachia del Lazio. L'evento, che ha raccolto 6.000 i visitatori e oltre 40 aziende, intende creare sinergie fra operatori del settore, cuochi, medici e tutti coloro che si interessano alla celiachia, ai celiaci e alle loro famiglie, con l'obiettivo di incrementare a 360° l'offerta a loro rivolta e migliorarne la qualità della vita.
Tratto da: Healthdesk, 05 dicembre 2014