5permille

La variabilità giornaliera della pressione arteriosa domiciliare è fattore di rischio per insufficienza renale cronica

Diversi studi longitudinali hanno riportato che una maggiore variabilità della pressione sanguigna da visita a visita è associata a un rischio maggiore di sviluppare malattie renali croniche. Tuttavia, nessuno studio basato sulla popolazione ha studiato l'associazione tra la variabilità quotidiana della pressione arteriosa domiciliare e la malattia renale cronica incidente. Un totale di 2.342 residenti in comunità giapponesi di età ≥40 anni senza malattia renale cronica al basale sono stati seguiti da esami sanitari annuali per 10 anni. La pressione sanguigna domiciliare è stata misurata 3 volte ogni mattina per 28 giorni. I coefficienti giornalieri di variazione dei livelli di pressione arteriosa sistolica domiciliare sono stati classificati in quintili. La malattia renale cronica è stata definita come una velocità di filtrazione glomerulare stimata <60 ml/min per 1,73 m2 o la presenza di proteinuria. I rapporti di rischio per lo sviluppo di malattie renali croniche sono stati stimati con un modello di rischio proporzionale di Cox. Durante il periodo di follow-up, 772 partecipanti hanno sviluppato una malattia renale cronica. L'aumento dei coefficienti di variazione della pressione arteriosa sistolica domiciliare era associato significativamente a un rischio più elevato di malattia renale cronica dopo l'aggiustamento per i fattori confondenti (P per trend <0,001): gli individui nel quintile più alto dei coefficienti di variazione avevano un 1,50 volte (IC 95%, 1.17-1.94) maggior rischio di sviluppare malattie renali croniche rispetto a quelli del quintile più basso. La combinazione di coefficienti di variazione più elevati e valore medio più elevato della pressione arteriosa sistolica domiciliare era associata al rischio aggiustato per più variabili di sviluppare una malattia renale cronica. Conclusioni Questi risultati suggeriscono che l'aumento della variabilità quotidiana della pressione sanguigna è un fattore di rischio significativo per lo sviluppo di malattie renali croniche in una popolazione giapponese generale.

Fonte: Takaya Sasaki et al: Day-to-Day Blood Pressure Variability and Risk of Incident Chronic Kidney Disease in a General Japanese Population. J Am Heart Assoc 2022 Sep 29;e027173. doi: 10.1161/JAHA.122.027173. Online ahead of print.

Tratto da: Cardiolink, 20 ottobre 2022