5permille

Diabete “epidemico”: nel 2035 colpirà 592 milioni di persone

Se la popolazione non cambierà stile di vita, nel 2035 il diabete di tipo 2 potrebbe colpire 592 milioni di persone. Ad affermarlo, in uno studio pubblicato su Pharmaco Economics, sono i ricercatori della University of East Anglia di Norwich (Regno Unito), guidati da Till Seuring, secondo cui questa patologia è diventata una vera e propria epidemia globale.

La ricerca ha dimostrato che un adulto su 12 soffre di diabete di tipo 2. In particolare, l'8,3% delle persone di età compresa tra 20 e 79 anni è affetto dalla patologia. Il numero sale al 10% in Cina e in India, dove vivono 165 milioni di diabetici.

Nel 2013, il numero dei diabetici è stato stimato in 382 milioni. Di questi, circa il 10% risulta affetto da diabete di tipo 1, una malattia auto-immune che, di solito, si sviluppa durante l'infanzia. Il restante 90%, invece, soffre di diabete di tipo 2, una patologia causata da uno stile di vita sedentario e da un regime alimentare scorretto. Secondo gli autori, se le persone non inizieranno a praticare più attività fisica e a seguire un'alimentazione sana, il numero dei malati è destinato a salire del 55% nei prossimi due decenni.

“Il diabete è diventato un'epidemia – spiega Till Seuring -. È una malattia cronica che si è diffusa ampiamente negli ultimi decenni, non solo nei paesi ad alto reddito, ma anche in molti paesi a basso e medio reddito, come India e Cina”.

Tratto da: Il Sole 24 Ore, Nadia Comerci, 21 marzo 2015