5permille

Gravidanza: attenzione al diabete gestazionale

Secondo uno studio pubblicato sul British Medical Journal, le donne in gravidanza che presentano diabete mellito gestazionale hanno maggiori probabilità di andare incontro a una serie di complicanze sia materne sia che riguardano il neonato.

«I risultati contribuiscono a una comprensione più approfondita degli esiti avversi della gravidanza correlati al diabete mellito gestazionale» scrivono i ricercatori. In particolare, si è trattato di una revisione sistematica e metanalisi, che ha incluso 156 studi per oltre 7,5 milioni di gravidanze.

Gli studi sono stati considerati aggiustati quando tenevano conto di almeno uno tra i seguenti fattori confondenti: età materna, indice di massa corporea pre-gestazionale, aumento di peso gestazionale, gravidanze, parità, storia di fumo e ipertensione cronica. Gli studi inclusi sono stati divisi in tre gruppi in base all'uso di insulina: un gruppo dove le donne non l'avevano mai utilizzata nel corso della malattia, uno dove si prevedeva l'uso di insulina e un ultimo gruppo in cui tale uso non era segnalato. Ebbene, nel caso di aggiustamento per i confondenti, rispetto alle donne senza diabete mellito gestazionale, quelle con la patologia presentavano probabilità (odds) maggiori di parto cesareo, parto pretermine, di avere un bambino con un basso punteggio Apgar a un minuto, con macrosomia e grande per età gestazionale negli studi in cui l'insulina non veniva utilizzata.

Negli studi in cui invece l'insulina è stata utilizzata, le donne con diabete mellito gestazionale avevano probabilità maggiori di partorire un neonato grande per età gestazionale, con sindrome da distress respiratorio o con ittero, o con necessità di ricovero in unità intensiva neonatale. Non sono state osservate differenze tra le donne con o senza diabete gestazionale per quanto riguarda le probabilità di parto strumentale, emorragia post-parto, bambino nato morto, morte neonatale, neonato con distocia di spalla, basso punteggio Apgar a 5 minuti, basso peso alla nascita e bambino piccolo per età gestazionale. Alcune analisi di sottogruppo hanno evidenziato come il tipo paese in cui è stato condotto lo studio (sviluppato o in via di sviluppo), il tener conto dell'indice di massa corporea e i metodi di screening contribuivano all'eterogeneità tra gli studi in relazione a diversi esiti della gravidanza. Per gli autori i risultati ottenuti supportano la necessità di una migliore comprensione della fisiopatologia del diabete mellito gestazionale.

Tratto da: Dica33, 12 luglio 2022