5permille

Nuovo test per il tumore del pancreas

5 marcatori potrebbero costituire la base per un nuovo test diagnostico per il cancro del pancreas. A rivelarlo è uno studio apparso su Science Translational Medicine e firmato da scienziati del Massachusetts General Hospital di Boston.

L’importanza di un test che anticipi la diagnosi è data dal fatto che nell’80% dei casi il tumore viene scoperto quando è già inoperabile.

Katherine Yang, principale autrice della ricerca, spiega: «Anche per queste difficoltà nella diagnosi precoce il tumore del pancreas rappresenta oggi la quarta causa di morte oncologica negli Stati Uniti. Secondo le stime, grazie alla diagnosi precoce la sopravvivenza potrebbe aumentare del 30-40%».

Attualmente, i medici si affidano alla verifica dei livelli di CA19-9, un parametro che tuttavia si mostra non abbastanza specifico e sensibile per assicurare al paziente una sopravvivenza più lunga. Per questo, il team di Yang ha messo a punto un nuovo test veloce da eseguire e indolore che si basa sulle informazioni ricavate dalle vescicole extracellulari circolanti.

«Innanzitutto abbiamo identificato un gruppo di 5 marcatori proteici per poter arrivare alla diagnosi di adenocarcinoma e poi abbiamo analizzato i dati in oltre 100 popolazioni cliniche», affermano gli autori.

Stando ai dati, il test avrebbe una sensibilità dell’86% e una specificità dell’81% nella diagnosi dell’adenocarcinoma duttale del pancreas.

Si tratta di un risultato promettente se confrontato con quelli assicurati da uno dei migliori marcatori oggi a disposizione, GPC1. Quest’ultimo, infatti, ha una sensibilità dell’82% e una specificità del 52%.

«Da sottolineare anche che nella coorte prospettica, l'accuratezza per il test composto da 5 marcatori è stata dell'84%, ma si è fermata a percentuali comprese tra 63 e 72% per lo screening a singolo marcatore», precisa Yang.

Tratto da: Okmedicina, Sperelli, 26 gennaio 2018