5permille

Il raggiungimento degli obiettivi per i pazienti con diabete varia ha variazioni stagionali

Esiste una variazione stagionale per quanto riguarda il successo nel raggiungimento degli obiettivi delle linee guida per l'emoglobina glicata (HbA1c), la pressione sanguigna, e il colesterolo LDL nei pazienti con diabete mellito di tipo 2, secondo uno studio pubblicato su Diabetes Care. «Non avevamo idea di quali potessero essere le percentuali di raggiungimento degli obiettivi fissati dalle raccomandazioni per le persone con diabete di tipo 2, per questo motivo abbiamo pensato di misurarle e di valutare i fattori correlati» spiega Masaya Sakamoto, della The Jikei University School of Medicine di Tokyo, primo nome dello studio. I ricercatori hanno analizzato i dati provenienti da 4.678 pazienti affetti da diabete di tipo 2 in Giappone nei quali HbA1c, pressione sanguigna, e colesterolo LDL sono stati misurati 12 volte o più nel corso di un periodo di 24 mesi. I tassi mensili di raggiungimento dei valori target sono stati valutati per tutti i tre gli obiettivi, separatamente e insieme.

Ebbene, l'analisi dei dati ha mostrato che le percentuali di raggiungimento per tutti gli obiettivi sono state più basse in inverno, e la pressione sanguigna ha mostrato la situazione peggiore. L'età di almeno 65anni è risultata indipendentemente correlata ai bassi tassi di raggiungimento dei valori target per la pressione sistolica (odds ratio [OR]: 0,47). Sempre su questo argomento, è stata osservata una correlazione indipendente tra bassi tassi di raggiungimento per gli obiettivi HbA1c e un indice di massa corporea (IMC) di almeno 25 kg/m2 (OR: 0,45 per IMC da 25 a 30 kg/m2 e 0,35 per IMC ≥30 kg/m2) e durata del diabete inferiore o uguale a 10 anni (OR: 0,53). Sia in estate che in inverno, l'uso di insulina e di sulfoniluree è stato associato indipendentemente a ridotte percentuali di raggiungimento per tutti i valori target. «È importante prendere in considerazione le variazioni stagionali delle percentuali di raggiungimento degli obiettivi per i pazienti con diabete di tipo 2 quando ci si occupa della gestione della malattia nella pratica clinica ordinaria» concludono gli autori.

Diabetes Care. 2019. doi: 10.2337/dc18-1953

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/30739885

Tratto da: Diabetologia33, 13 marzo 2019