5permille

Sardegna e diabete

 

Cagliari - “Il diabete rappresenta una patologia con elevata incidenza nell'Isola - ha evidenziato l'assessore regionale dell'Igiene e Sanità e dell'Assistenza Sociale, Antonello Liori, durante la conferenza stampa di presentazione del “Manifesto per i diritti della persona con diabete” - e non si poteva restare indifferenti alla richiesta di un miglioramento delle condizioni di vita da parte di questi pazienti”.
Perciò, la Sardegna, su iniziativa dell'assessorato regionale dell'Igiene e Sanità, è stata la prima, e finora unica, regione ad aver adottato il Manifesto con una delibera di Giunta. Il “Manifesto” è stato sottoscritto nel 2009, da istituzioni, medici ed associazioni di pazienti, allo scopo di tutelare i diritti della persona con diabete sulla base dei principi della Dichiarazione universale dei diritti dell'uomo e della Carta europea dei diritti del malato.
“Rappresenta un passo avanti importante nella lotta contro il diabete - ha sottolineato il senatore Antonio Tomassini, presidente della Commissione Sanità del Senato - Frutto di un lavoro che va avanti da tre anni ed ha coinvolto istituzioni, mondo scientifico, associazioni, industria farmaceutica e mondo della comunicazione, con l'impegno di rispettare i diritti del diabetico in tutti i momenti della sua malattia. La battaglia si incentra sulla ricerca, sulla predittività (la probabilità che un soggetto positivo ad un test sia effettivamente malato) e sulla cura, con l'obiettivo di aumentare la durata della vita, ma soprattutto la sua qualità e l'autosufficienza del malato”.
Tratto da: ASCA, res-rus/mcc/bra, 17 maggio 2010