5permille

Diabete e obesità, il controllo glicemico è importante per ridurre il rischio di cancro

Secondo uno studio pubblicato su Diabetes Care, prima autrice Kajsa Sjöholm dell'Università di Göteborg (Svezia), un buon controllo della glicemia gioca un ruolo chiave nella riduzione del rischio di cancro nell'obesità e nel diabete di tipo 2, molto più di quanto faccia un permanente calo ponderale. «Nei pazienti obesi il rischio di cancro diminuisce dopo una perdita di peso importante e di lunga durata, ma la correlazione tra calo ponderale, rischio di cancro e controllo glicemico nei pazienti con obesità e diabete di tipo 2 non è del tutto chiara» scrivono gli autori, che per approfondire l'argomento hanno utilizzato i dati dello studio "SOS" (Swedish Obese Subjects), svolto e coordinato dall'Università di Göteborg, oltre a dati di altre fonti come il Registro tumori svedese, selezionando 393 persone con diabete di tipo 2 sottoposte a chirurgia bariatrica.

La coorte oggetto di studio è stata poi messa a confronto con 308 controlli affetti da obesità grave e diabete di tipo 2, ma non sottoposti a chirurgia bariatrica. E dopo un follow-up di 21 anni il 17% dei pazienti nel gruppo bariatrico ha sviluppato un cancro nonostante la perdita di peso contro un 24% nei controlli gravi obesi. Nel complesso, il rischio di cancro era inferiore del 37% nel gruppo sottoposto a chirurgia dell'obesità. Ma il dato più rilevante è emerso analizzando il rischio di cancro nei pazienti che hanno mantenuto un buon controllo glicemico per un periodo di dieci anni. Tra questi, l'incidenza del cancro è stata del 12% a fronte di un 22% osservato nel gruppo in cui il diabete si era ripresentato nello stesso periodo. «Pertanto, i risultati mostrano una riduzione del 60% del rischio di cancro a patto di mantenere un buon controllo glicemico per almeno un decennio» sottolinea Sjöholm. «Si stima che nei prossimi 10-15 anni l'obesità causerà più casi di cancro rispetto al fumo in diversi paesi. Servono quindi strategie preventive, e questi risultati possono fornire una guida vitale per prevenire il cancro nei pazienti con obesità e diabete tipo 2» conclude Magdalena Taube, coordinatrice dello studio e professore associato di medicina molecolare all'Accademia Sahlgrenska dell'Università di Göteborg.

Diabetes care 2021. Doi: 10.2337/dc21-1335

http://doi.org/10.2337/dc21-1335 

Tratto da: Doctor33, 23 dicembre 2021