5permille

IN PIEMONTE SI SPERIMENTA LA DISTRIBUZIONE "PER CONTO" DEI FARMACI OSPEDALE-TERRITORIO

 

Dal primo marzo le farmacie piemontesi convenzionate daranno il via alla distribuzione "per conto" dei farmaci inseriti nel prontuario ospedale-territorio, cioè quelli che garantiscono la continuità delle cure tra l'ospedale e l'assistenza territoriale, con l'obiettivo di offrire ai pazienti una duplice via di accesso. Lo riferisce una nota dell'assessorato alla tutela della salute e sanità della Regione Piemonte.
La distribuzione "per conto" è basata sull'acquisto diretto dei farmaci da parte delle Aziende sanitarie a maggiore sconto e sulla distribuzione tramite le farmacie convenzionate aperte al pubblico con la remunerazione del solo servizio reso. Il provvedimento, da un lato valorizzerà il ruolo della farmacia, quale presidio del servizio sanitario regionale e punto di riferimento per i vari aspetti connessi alla gestione del farmaco e, dall'altro, si propone di eliminare le disomogeneità distributive sul territorio.
Il ricorso alla distribuzione diretta da parte delle Aziende sanitarie regionali, infatti, pur rivelandosi efficace soprattutto sotto il profilo dell'adesione dei pazienti alle indicazioni mediche e della verifica dell'appropriatezza prescrittiva può, talvolta, condurre a situazioni difformi di accesso ai farmaci, andando a compromettere l'uniformità dell'assistenza farmaceutica sul territorio.
La sperimentazione avrà una durata di sei mesi e capofila del progetto sarà l'Asl di Asti.
A conclusione di un percorso di lavoro condiviso con le associazioni sindacali delle farmacie convenzionate, pubbliche e private, saranno definite in maniera dettagliata le modalità attuative per la distribuzione per conto, che dovranno essere monitorate ai fini delle valutazioni di impatto sulla spesa farmaceutica regionale.
Tratto da: Sanità News, 16 febbraio 2010